Chi siamo

L’Associazione artistico - culturale “Amici del Monastero di S. Chiara”, costituitasi il 16 novembre 2001, ha lo scopo di promuovere, senza fini di lucro, iniziative culturali ed artistiche all’interno del monastero e della chiesa di S. Chiara in S. Martino d’ Albaro, Genova. Ad oggi conta più di 400 soci; un ristretto numero di volontari si occupa dell’organizzazione. Il monastero delle Clarisse è stato chiuso nel novembre 1999 per la partenza delle suore. L’Associazione, oltre all’apertura e alla valorizzazione dell’edificio, ha promosso iniziative per la sua tutela. La chiesa, infatti, contiene notevoli opere di artisti operanti nell’ambito genovese nel ‘500, ‘600 e ‘700 ed è dotata di un sistema di vasi acustici nel sottotetto che favorisce la diffusione del suono e le consente di proporsi come sede privilegiata per l’esecuzione di concerti vocali e strumentali. Il risseu (pavimento a ciottoli del porticato), eseguito nel 1654 su cartoni di D. Fiasella, è stato restaurato dall’Associazione con il contributo della Fondazione Carige e della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria, nel maggio 2004. Negli anni 2007 - 2008 la facciata della chiesa è stata dapprima consolidata e poi restaurata ed anche il pronao affrescato dal Fiasella nel 1654 ha riacquistato il primitivo splendore. Gli interventi sono stati progettati e seguiti dall’Arch. G.P.Rava e dalla prof. Teresa Fior con il contributo della Compagnia di San Paolo. L’Associazione ha finanziato anche la realizzazione dell’impianto elettrico della cappelle della chiesa e del pronao; il ripristino dell’impianto elettrico della chiesa richiederà ulteriori impegni e finanziamenti. Successivamente, con il contributo del Ministero dei Beni Culturali, sono stati consolidati e restaurati il tetto, il campanile e la fiancata sinistra della chiesa con l’approvazione della Sovrintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria. Nel 2016 l’Associazione ha finanziato la pulizia del risseu antistante l’ingresso della chiesa.